Termine usato in degustazione per un vino che ha un penetrante, pungente sapore come se voi aveste mangiato uva acerba. L'asprezza è causata da un alto livello di acidità. É generalmente usato in senso negativo (come in "Questo vino è troppo aspro per me."), a meno che l'enologo intenda creare un vino aspro e vivace.